Una hostess di Ryanair di 28 anni, Melania Geymonat, e la sua compagna Chris  sono state selvaggiamente aggredite per motivi collegati al loro orientamento sessuale nella notte del 30 maggio scorso mentre si dirigevano verso la zona di Camden, una zona nella parte nord di Londra.

Doveva essere un viaggio di poche fermate di ritorno da una serata insieme. Ad un certo punto però, alcuni ragazzi seduti dietro di loro le hanno prese di mira perchè hanno capito che erano una coppia lesbica e hanno cominciato ad insistere perchè si baciassero per farli divertire, mimando atti sessuali in modo esplicito.

“Volevano che ci baciassimo così potevano guardarci. Ho provato a stemperare la situazione perchè non amo i conflitti e ho chiesto che ci lasciassero in pace perchè Chris non si sentiva molto bene”.

Sentivo il sangue, sanguinavo e stavo sporcando tutti i miei vestiti e il pavimento del bus

A quel punto i ragazzi, tutti intorno ai 20-30 anni, hanno cominciato a lanciare oggetti mentre la coppia di ragazze diceva loro di smetterla. “La cosa successiva che ricordo era Chris in mezzo a loro che veniva picchiata” ha raccontato Melania, che è originaria dell’Uruguay, ma vive in Inghilterra. “Non ci ho pensato su e mi sono fatta avanti. La tiravo verso di me cercando di difenderla e così hanno cominciato a pestare anche me”.

“Non so nemmeno se sono svenuta. Sentivo il sangue, sanguinavo e stavo sporcando tutti i miei vestiti e il pavimento del bus. Siamo scese di sotto e la polizia era lì”. Le ragazze, infatti, erano sedute al piano superiore dei tipici bus londinesi, sulla fila anteriore per godersi la prospettiva inusuale. Purtroppo il viaggio si è trasformato in incubo e la ragazza ha riportato, tra le altre cose, una sospetta frattura del setto nasale.

Oltre ad averle aggredite e pestate, i balordi -almeno quattro, di cui uno che parlava spagnolo- sembra abbiano hanno anche derubato le due ragazze.

Fino a quella sera Melania Geymonat si era sentita al sicuro a Londra in quanto donna omosessuale. Dopo l’attacco ha voluto diffondere le immagini per aumentare la consapevolezza nei confronti della violenza contro le donne e le persone omosessuali. “Purtroppo non è un caso isolato, è diventato comune. Per loro eravamo solo un qualcosa con cui divertirsi, ecco cosa mi fa rabbia”.

Melania Geymonat ha diffuso il resoconto dell’aggressione e le relative foto attraverso il suo profilo su Facebook. Il suo post è stato visto e condiviso migliaia di volte nel giro di pochissime ore. La notizia è stata poi riportata su quotidiani nazionali come il Dailymail.

Ecco il testo original del suo post:

Last Wednesday, I had a date with Chris. We got on the Night Bus, heading for her place in Camden Town, climbed upstairs and took the front seats. We must have kissed or something because these guys came after us. I don’t remember if they were already there or if they got on after us. There were at least four of them. They started behaving like hooligans, demanding that we kissed so they could enjoy watching, calling us ‘lesbians’ and describing sexual positions.

I don’t remember the whole episode, but the word ‘scissors’ stuck in my mind. It was only them and us there. In an attempt to calm things down, I started making jokes. I thought this might make them go away. Chris even pretended she was sick, but they kept on harassing us, throwing us coins and becoming more enthusiastic about it. The next thing I know is that Chris is in the middle of the bus fighting with them. On an impulse, I went over there only to find her face bleeding and three of them beating her up.

The next thing I know is I’m being punched. I got dizzy at the sight of my blood and fell back. I don’t remember whether or not I lost consciousness. Suddenly the bus had stopped, the police were there and I was bleeding all over. Our stuff was stolen as well. I don’t know yet if my nose is broken, and I haven’t been able to go back to work, but what upsets me the most is that VIOLENCE HAS BECOME A COMMON THING, that sometimes it’s necessary to see a woman bleeding after having been punched to feel some kind of impact.

I’m tired of being taken as a SEXUAL OBJECT, of finding out that these situations are usual, of gay friends who were beaten up JUST BECAUSE. We have to endure verbal harassment AND CHAUVINIST, MISOGYNISTIC AND HOMOPHOBIC VIOLENCE because when you stand up for yourself shit like this happens. By the way, I am thankful to all the women and men in my life that understand that HAVING BALLS MEANS SOMETHING COMPLETELY DIFFERENT. I just hope that in June, Pride Month, stuff like this can be spoken out loudly so they STOP HAPPENING!