Ropemarks è sicuramente ai massimi livelli europei per quanto riguarda lo shibari giapponese. Lo stile, la tecnica e l’eleganza di Bob, coadiuvato dalla bellissima Dutch Dame, dopo un anno di assenza dalla scena del Boundcon ha giustificato da solo il costo del biglietto.

La sua performance è stata significativamente un gradino sopra le altre, sia perchè si è trattata di una “vera” performance di bondage, sia perchè alla parte tecnica ha avuto la capacità di abbinare un’ambientazione, dei costumi (ok… di tessuto ce n’era davvero poco…) e delle musiche ben calibrati. Sospensioni inverse, transizioni eleganti fatte con apparente semplicità: c’è molto più da vedere di quanto sembri in un primo momento.

Voto tecnico: 9
Voto artistico: 9 1/2

Advertising