Sussurri e Grida – nuova serata BDSM al Flirt Club di Roma

0
640

sussuri e grida2E’ stata inaugurata un’altra serata a tema BDSM che si chiama “Sussurri e Grida” presso il Flirt Club  http://www.flirtclub.it/

Il posto è sicuramente tra i più eleganti club privè in Europa e la selezione per l’iscrizione al club, a prescindere dalla serata, è molto stretta e non è affatto sempre garantita.

I costi di partecipazione rispecchiano il livello del club, ma valgono ogni centesimo speso. Le quote inoltre sono differenziate anche per fasce di età e per tipologia (coppie, slave singoli, slave accompagnati da mistress, etc). E’ poco consigliabile presentarsi senza aver superato la selezione perchè il rischio di fare un viaggio a vuoto è molto alto.

Nonostante queste restrizioni ed il fatto che il club non è vicinissimo a Roma, la serata ha visto un centinaio di partecipanti, di cui la metà già a cena, di cui diverse persone da altre parti d’italia e, come tradizione del club ormai, parecchie coppie straniere di passaggio a Roma. Per questa serata è previsto un dresscode sexy-fetish-elegante.

La cura dei dettagli nel club è quasi maniacale (per farvi capire… ogni bagno è dotato di tutto quanto possa servire, dai cotton fioc agli asciugamani in tessuto al collutorio -con tanto di bicchierini in plastica- a vari profumi), niente divanetti da club di quart’ordine per intenderci… gli arredi sono davvero di gran pregio in tutto il locale: anche le stanze non sono dei vuoti “contenitori” per un letto… ma hanno piccoli abatjour e persino armadi in legno massello come se fossero appunto la camera da letto di qualcuno.
La sensazione è di entrare in una festa privata a casa di qualcuno visto appunto  il livello degli arredi.

Come ho detto è possibile prenotare anche la cena (ora c’è un’area separata con tavoli elegantemente apparecchiati) e quindi cominciare la serata già socializzando a tavola con gli altri partecipanti. Per dirvi, la cena dell’altra sera prevedeva calamaro ripieno come antipasto, un tortino di riso con pancetta croccante e crema di piselli, arrostino di pollo con verdure e sorbetto alla menta fresca. Tutto ottimamente cucinato e con la possibilità di scegliere vini alla carta. Il tutto ovviamente servito da camerieri/e inappuntabili.

Pubblicità

Il bar ha un barman molto valido (il mio test è stato fargli preparare un mojito che è stato ben realizzato e servito in un bicchiere in vetro e non in uno di plastica).

Dopo la cena e per tutta la durata della serata viene allestito un buffet con frutta, dolci e altre cose da “spizzicare” per riprendere le forze. Anche qui la qualità era ottima, frutta freschissima e dolci deliziosi (sono andato a piluccare verso le 4 di mattina… ma il buffet era tutt’altro che sguarnito).

Il club si è dotato di una serie di attrezzature realizzate ad hoc in legno: 2 croci, un inginocchiatoio, una gogna, un tavolo per torture e ne stanno facendo realizzare altre per le prossime serate. Avendo fatto realizzare in passato delle attrezzature a mia volta ed avendo girato molti locali in italia e all’estero, mi ha colpito il livello di cura dei dettagli anche di queste attrezzature, realizzate sì a mano, ma non in modo dozzinale… anzi! si vede che ci hanno speso un bel po’ di soldini anche in questo, ma so che è la filosofia dei titolari quella di puntare sempre al meglio.

La serata non è esclusivamente BDSM, ma considerato il livello di selezione, non ci sono stati episodi di gente che ridacchiava o faceva commenti inappropriati davanti a scene di gioco. Anzi… il livello di gradimento è stato molto alto in tutti i casi e ci sono state molte persone curiose che si sono cimentate in giochi con persone più esperte. Non ho visto persone fare “da tappezzeria” anche perchè tutti, sia uomini che donne, erano decisamente più attraenti della media (in virtù anche della selezione fatta dal club).

Il sesso ovviamente è ammesso, ma anche lì il tutto è fatto con grande eleganza (ci sono varie stanze e zone dove poterlo fare più o meno discretamente).

La serata ha un DJ e la musica era ad un volume tale da permettere comunque di chiacchierare in ogni punto del locale.

Commento finale:
Decisamente un nuovo standard per le serate italiane. Non si sono stati giochi particolarmente pesanti, ma non penso questo sia un problema, d’altronde era solo la prima serata e l’appetito vien mangiando…