Sembra una violenza, ma è un video sadomaso, denunciate due persone

0
96

A volte succede di prendere fischi per fiaschi, ma la scena sembrava davvero quella di un delitto. E’ quello che è successo l’altra sera a Ravenna, quando al 113 è arrivata una telefonata che richiedeva l’intervento della Polizia perchè sotto un cavalcavia c’era una ragazza con la canotta strappata e macchiata di sangue e un uomo con un coltello in mano. Ma si trattava di un falso allarme: in realtà i due erano un fotografo amatoriale e una giovane ragazza che stavano girando alcune scene di un video sadomaso. Gli agenti sono arrivati tempestivamente sul posto hanno disarmato l’uomo e hanno verificato che non vi erano state violenze o ferimenti. Entrambi sono stati denunciati per procurato allarme e l’uomo è stato denunciato anche per porto abusivo di oggetti atti ad offendere, sia per il coltello da caccia che impugnava, sia perchè nella sua auto sono stati ritrovati una pistola scacciacani senza tappo rosso, un altro coltello e un manganello telescopico.

poliziajpegLa ricerca dello scatto “sensazionale” può portare a conseguenze davvero inaspettate per gli ingenui protagonisti.

Pubblicità