Artigiani e millantatori del BDSM

0
190

Lo avevo promesso alcuni giorni fa ed eccomi a denunciare un nuovo episodio di malafede.
Come sempre faccio, cercherò di descrivere i fatti e poi di fare le mie conclusioni.

 

Mi contatta su Facebook un tale Dom Loy Master D, dicendo di essere la persona che realizza le attrezzature per Dungeon visibili sulla pagina di FB di . Vado a dare un’occhiata e vedo una pagina dove ci sono foto di dungeon davvero notevoli, ma vedo anche foto di attrezzature di livello amatoriale e un po’ raffazzonate.

Come è possibile che chi fa delle attrezzature in acciaio e pelle così belle da vedere, poi venga fuori e metta nello stesso catalogo robe fatte con 2 assi di legno grezzo e un po’ di vernice? La cosa mi puzza.

Provo a indagare e a chiedere informazioni in una simpatica chiacchierata privata. Lui afferma di essere l’autore di quei dungeon, che sono state per Mistress oltre confine, ma quando gli chiedo di dirmi chi sono per avere referenze sulla effettiva qualità degli articoli ecco che improvvisamente non si ricorda nè chi fossero quelle mistress nè di dove fossero.

Oltretutto non riesce nemmeno a fare una stima del costo di quelle attrezzature.

Pubblicità

La cosa è sempre più strana.

Insomma, per farla breve, decido di fare una ricerca con google e scopro che le immagini che ha inserito sono state prese dai siti di una prodomme tedesca (che interpellata si è fatta una grassa risata e ha detto di non averlo mai conosciuto) e, udite! udite! dalle foto dello showroom di un’azienda che realizza attrezzature per Dungeon! Insomma… la tipica cosa all’italiana.

Verificate sempre chi sono le persone che si presentano a voi, siate critici nelle vostre analisi. Che si tratti di un potenziale partner o di un artigiano, voi avete tutto il diritto di dubitare e lui/lei ha tutto il dovere di dimostrare quello che dice.